Agenzia bancaria Banca Intesa, Palazzo delle Colonne
Edifici commerciali - Banche
arch. Michele De Lucchi S.r.l. - Michele De Lucchi
Progetto architettonico: Alberto Bianchi (capo progetto), Simona Agabio e Laiza Tonali
Progetto del sistema di arredi: Giovanna Latis, Philippe Nigro e Daniele Rossi
Modello in scala: Davide Angeli
2004, giugno
2005, febbraio
2005, maggio
Milano (Italia), Palazzo delle Colonne, via Verdi 8
Banca Intesa
Ediltecno Restauri
Unifor (arredi)
M. Biagi, Michele De Lucchi. Banca Intesa, Milano, "Abitare", n. 466, novembre 2006, pp. 172-175
L. Prestinenza Puglisi, Designing and service companies, "And", n. 17, gennaio-aprile 2010, pp. 74-85
Piano terra: 2.932 mq
Piano mezzanino: 1.487 mq
La filiale si organizza in una grande area centrale, ai lati della quale sono disposte le cabine consulenza protette da pareti in vetro parzialmente acidato con telai in bronzo. Sul fondo si trova la fila delle casse, ciascuna illuminata singolarmente.
Lo spazio è caratterizzato da otto alte colonne in granito, ciascuna costituita da un unico pezzo. L'ambiente è molto luminoso e aperto, grazie all’altezza della hall centrale e alla pulizia formale dell’architettura illuminata da luce zenithale.
Il progetto architettonico di Banca Intesa Milano Palazzo delle Colonne ha avuto come scopo di riportare lo spazio al progetto iniziale del Muzio (1941), liberandolo dagli interventi addizionali che si sono aggiunti nel tempo. È stato così liberato il salone dal controsoffitto e dagli impianti che vi erano nascosti, ripristinando l’altezza originaria del salone (8 metri) e dando evidenza alle colonne centrali. Due ampie vetrate chiudono lateralmente il salone permettendo un nuovo affaccio agli uffici del mezzanino. I due grandi lucernari, oscurati durante gli anni passati, sono stati riaperti e rinnovati, sostituendo le parti in vetro cemento con nuove lastre vetrate dalla parte interna satinata. Alle travi del lucernario sono stati posizionati degli apparecchi di illuminazione a cilindro, mentre nella parte centrale del salone, sono stati ripristinati i voltini a controsoffitto dotati di illuminazione indiretta. I marmi Rosa di Candoglia alle pareti sono stati restaurati e sulla parete di fondo del salone è stato riposizionato, come in origine, il grande orologio dorato di Pio Manzù. Avendo riaperto le ampie vetrate di ingresso, l’orologio e l’interno del salone sono visibili percorrendo la via Verdi.
Il pavimento del salone è stato ripristinato: nella parte centrale, è stato levigato il marmo rosso esistente, mentre lateralmente, è stato sostituito il vecchio pavimento in legno con un nuovo pavimento in doghe di legno di rovere naturale di lunghezza  di 2 metri, posato a correre. La nuova distribuzione dello spazio prevede di valorizzare il salone con una ampia zona di attesa con le Casse poste frontalmente all’ingresso (sotto l’orologio) e racchiuse all’interno di una nicchia vetrata. Lateralmente, nella zona caratterizzata dal pavimento in legno, si sviluppano le sale Consulenza Privati vetrate, libere nello spazio, posizionate in modo da non intaccare l’involucro architettonico.
Le aree self realizzate con una parete lineare vetrata retroverniciata blu intenso, sono state posizionate all’ingresso del salone, chiuse fra la parete di fondo e il setto portante rivestito in marmo.

The architectonic project of Banca Intesa Palazzo delle Colonne has a given intention to give this space the original aspect then in Muzio’s design (1941),  setting it free from the additional interventions that took place further on in time. The loung has been delivered from the plaster ceiling and the hided -in technical features, going back to the opriginal height (8 meters) and giving evidence to the central columns.
Two wide glass walls close the lounge giving a new front to the mezzanine office. Two wide sheds, obscured in the past years, have been reopened and renewed, substituting the reinforced concrete and glass blocks with new satin glass windows. Connected to the shed beams are cylindrical lights, while in the central lounge the suspended ceiling has been fitted with indirect lighting. The walls, covered with Rosa di Candoglia marble, have been restored, and in the lounge wall the big gold plated Pio Manzù’s wall clock has been repositioned. Internal views of the lounge and of the clock can be seen from the outside via Verdi.
Lounge paving has been renewed: in the central part the exhisting red marble has been cleaned, while in the courses the old exhisting wood floor has been substituted with a new one, a two-meter long natural oak. New space distribution emphasizes the lounge, with a wide waiting area towards the cashiers in front of the main entrance (under the big clock) and cloed inside a glassy niche.
Laterally, in the wooden floor area, private consultants rooms are positioned behind glass walls, free in space.
Self areas are developed with linear glass painted in intense blue, positioned at the lounge entrance, and closed between the marble wall and the backroom wall.
   
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Salone al pubblico
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x9
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Salone al pubblico
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x12
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi 21, 2004 - 2005
Casse
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x9
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Casse
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x12
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Area consulenza aziende
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x12
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Area consulenti privati
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x12
 
Agenzia bancaria, Banca Intesa, Milano (Italia), via Verdi, 2004 - 2005
Area consulenti privati
Ph. Mario Carrieri, diapositiva, colore, 6x12
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF