Installazione "Sguardi indiscreti"
Allestimenti e mostre
Michele De Lucchi
2013, febbraio
2013, marzo
2013, aprile
  In "Hybrid Architecture & Design" by INTERNI, 8 -21 aprile 2013
Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore
Rivista INTERNI
Allestimento: Prismarreda
Calchi in gesso: Fumagalli & Dossi
Illuminazione : iGuzzini
Sponsor: Safilo
Sguardi indiscreti, "Interni", n. 6, giugno 2013, pp. 32-33
10 mq
Progetto: Michele De Lucchi, con Marcello Biffi

Struttura in legno di abete naturale (5,25 metri x 1,95 metri, h. 3,80 metri) su pedana nello stesso materiale, realizzati da Prismarreda, secondo il disegno di una “casetta” scolpita con la motosega da Michele De Lucchi. Sulla pedana in legno è installata l’illuminazione per esterni realizzata da iGuzzini.
La casetta è prodotta tradizionalmente, a travi e montanti, e le sue facciate presentano tante finestre nelle quali sono inseriti bassorilievi in gesso realizzati dalla Gipsoteca Fumagalli e Dossi di Milano.
I calchi in gesso, realizzati ancora secondo procedimento tradizionale, raffigurano dettagli di celebri sculture classiche e rinascimentali, personalizzate con occhiali, a loro volta modellati in gesso da calchi di occhiali di produzione. Un omaggio a Safilo, sponsor dell’installazione.
Per stimolare la curiosità nei visitatori, alcuni degli occhiali in gesso, al posto delle lenti hanno dei buchi da cui guardare all’interno della “casetta”, dove saranno allestite “scatole magiche” di specchi che riflettono immagini animate proiettate su monitor come in un caleidoscopio.
I video, prodotti da Safilo e dal filmaker Mario Greco, parlano del mondo dell’occhiale raccontando dettagli e tecnologie di lavorazione in maniera ironica e sorprendente.
Il cuore tecnologico dell’installazione contrasta con la struttura, che racconta i temi della tradizione del fare, come la lavorazione a montanti e traversi e la produzione dei gessi classici.
La tradizione del savoir-faire artigianale si coniuga con l’evoluzione tecnologica, aprendo gli occhi dei visitatori sulla bellezza di una visione non unidirezionale, ma aperta alla contaminazione tra arte e scienza.

Progetto preliminare e definitivo, Direzione artistica
Ho cercato le caratteristiche, le peculiaritĂ , le forze della cultura italiana in questo specifico momento. È un tema che si ripete, ma che ogni volta pretende risposte diverse. Ora la risposta riguarda le potenzialitĂ  del confronto tra l’architettura classica,  rinascimentale e la tecnologia che fondamentalmente è l’essenza di Safilo, della sua filosofia e maniera di fare.
Come Safilo progetta e realizza occhiali usando la competenza manuale, la precisione nel dettaglio, il talento dei suoi artigiani, combinandoli con il pensiero e la tecnologia applicata, così questa installazione utilizza i paradigmi dell’architettura classica, con una struttura in legno e una trama a montanti e traversi, che nasconde all’interno curiosità per le nuove tecnologie e per il contributo che hanno nel fare dell’uomo.
Esternamente la costruzione è una casetta con finestre, nelle quali ci sono dei bassorilievi di gesso classici, raffiguranti volti, mani e nasi. Ciascuno regge un paio di occhiali, un elemento decisamente stridente che riporta la mente all’oggi e dal quale si può vedere all’interno della casetta.
L’interno è un cuore tecnologico, che accoglie proiezioni, video, immagini, luci e suoni in grande contrasto con l’aspetto esterno.
Il senso di tutto questo è quello di osservare sempre da due punti di vista, di guardare alla bellezza dell’umanesimo senza abbandonare la curiosità verso l’evoluzione della tecnologia, per imparare a costruire la personalità delle belle cose del mondo che si riflette sulla bellezza dell’ambiente e della società.
(Michele De Lucchi, 2013)
   
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Mattia Campo, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Andrea Martiradonna, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Ph. Mattia Campo, fotografia digitale
 
Installazione "Sguardi indiscreti", Rivista INTERNI, Milano (Italia), Cortili dell'UniversitĂ  degli Studi di Milano, Ca' Granda - ex Ospedale Maggiore, 8 - 21 aprile 2013
Michele De Lucchi, matita su lucido
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF