Sistema direzionale Sangirolamo
Office furniture design
Achille Castiglioni, Michele De Lucchi
1990
1990
1991
Olivetti Synthesis, Poltroba Frau (dal 2006)
Olivetti Synthesis, Poltrona Frau (dal 2006)
Massa Carrara (Italia)
Legno di ciliegio o palissandro nero e ghisa
Piano tavolo: d. 3 m
A. Castiglioni, M. De Lucchi, San Girolamo, stanza di studio, “Sangirolamo”, Olivetti Synthesis, Milano, 1991, sp.
D. Premoli, Olivetti Synthesis: Sangirolamo, dal museo all’ufficio, “Interni”, n. 410, Milano, maggio 1991
L. Porta, “San Girolamo”, stanza di studio. Il fascino di un Progetto, “Office Layout”, n. 39, Milano, maggio/giugno 1991
Red., Repräsentativ und operativ,“MD”, n. 6, giugno 1991
Red., Sangirolamo:aristocrazia austerità per l’ufficio del manager colto, “Ufficio Stile”, n. 5, giugno 1991
A. Bucci, Uno spazio per pensare, “Habitat Ufficio”, n. 50, giugno/luglio 1991
P. Guidi, Mobili speciali per il boss, “Fortune”, luglio/agosto 1991
L. Arduino, I sempreverdi, “Progetto Ufficio”, n. 5, settembre/ottobre 1991
F. Doveil, La stanza di studio, “Modo”, n. 132, maggio 1991
Red., Olivetti Synthesis il mondo dell’ufficio, “Class”, n. 6, Milano, giugno 1991<
M. Zelinsky, R. Taker, Do Olivetti’s avant garde Italian contract furnishings have a future in the U.S. , “Interiors”, novembre 1991

S. Kicherer, Michele De Lucchi, Edizioni L’Archivolto, Milano, 1992
AAVV, Michele De Lucchi, Ernst & Sohn, Berlin, 1993
Il sistema è costituito da tre elementi: il tavolo, la libreria su consolle e l'armadio con scrittoio a ribalta, armadio tecnico e casellario.
Nel 2006 il sistema Sangirolamo è stato inserito nel catalogo di produzione di Poltrona Frau, con alcune modifiche formali e materiche, inserendo anche la variante con piano ovale.
Sangirolamo contiene in sé un doppio modello spaziale. Il tavolo rappresenta la valenza pubblica dell'insieme, la scena aperta al dialogo dove accogliere, dialogare, riunirsi; l'armadio invece quella privata e in particolare lo scrittoio a scomparsa, ma poi anche i vani libreria dove mettere tutti gli oggetti che vuoi, ecc. Il tavolo se vogliamo rappresenta il segnale con il quale emettere la propria personalità: sopra il piano lunghissimo c'è spazio tanto per gli oggetti del lavoro tanto per quelli personali e affettivi. Volgendo le spalle al tavolo invece si entra nella sfera privata, della concentrazione. L'armadione è il luogo attrezzato dal punto di vista funzionale: la parte a armadio tecnico dispone di tutte le canalizzazioni necessarie a inserirvi il video piuttosto che la stampante o il fax e l'hi-fi o il televisore, volendo, ma anche il vero e proprio posto di lavoro: lo scrittoio è estraibile e protetto da un'anta a ribalta, al suo interno un vano organizzato a caselle.
(intervista a Michele De Lucchi, tratto da F. Doveil, La stanza di studio, "Modo", n. 132, maggio 1991, p. 54)
   
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Ph. Chris Broadvent, diapositiva, colore, 12x18
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, armadio, Olivetti Synthesis, 1991
Modello in scala
diapositiva, colore, 6x7
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, armadio, Olivetti Synthesis, 1991
Modello
diapositiva, colore, 6x7
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Quaderno "Olivetti 6"
Michele De Lucchi, china e matite colorate su carta, 29 aprile 1990
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Quaderno "Olivetti 6"
Michele De Lucchi, china e matite colorate su carta, 29 aprile 1990
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Quaderno "Olivetti 6"
Michele De Lucchi, china su carta, 12 novembre 1990
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Quaderno "Olivetti 6"
Michele De Lucchi, china e matite colorate su carta, 17 gennaio 1991
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, Olivetti Synthesis, 1991
Ferruccio Laviani, matita su lucido
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, libreria, Olivetti Synthesis, 1991
Ferruccio Laviani, matita su lucido
 
Achille Castiglioni e Michele De Lucchi, con Ferruccio Laviani e Angelo Micheli, Sistema direzionale Sangirolamo, armadio, Olivetti Synthesis, 1991
Ferruccio Laviani, matita su lucido
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF