Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra
Edifici per attivitĂ  culturali e ricreative - Musei ed edifici per esposizioni
arch. Michele De Lucchi S.r.l. - Michele De Lucchi
Brigid Byrne, Paolo Fromage, Aya Matsukaze
2002, giugno
2002, settembre
2002, settembre
  Inaugurazione: 23 settembre 2002
Milano (Italia), viale Alemagna, Palazzo dell'Arte
Fondazione La Triennale di Milano
Gadola, Milano
Lampade a soffitto: Simes
A. Bassi, Michele De Lucchi: il nuovo ingresso alla Triennale di Milano, “Casabella”, n. 708, febbraio 2003
A.F. Atrio della Triennale, “Abitare”, n. 426, marzo 2003
M. Mussapi, Se il bar diventa vetrina del design, “Fuoricasa”, gennaio/febbraio 2003
L'indice degli spazi. Michele De Lucchi. Luoghi di aggregazione, “Ufficio Stile”, gennaio 2003
Alberto Bassi, Michele De Lucchi, il mio progetto, “Auto & Design”, n. 138, febbraio 2003
“Gli Spazi del Sapere” (“The Plan“), n. 2, aprile 2003
Coffee Design-La Triennale by Michele De Lucchi, "Casa Brutus", maggio 2003
P. Zaninetta, Dialogo: Michele De Lucchi e Fabio Castelli, "Illywords", n. 16, 2006, pp. 22-31
E. Del Drago, La Triennale di Milano. Design, territorio, impresa, Luca Sossella Editore, 2004
F. Bulegato, S. Polano, Michele De Lucchi. Comincia qui e finisce lĂ , Electa, 2004
S. Annicchiarico (a cura di), Il Museo del Design e la nuova Triennale, Electa, 2008
1.450 mq
Progetto architettonico e Direzione Artistica

Dir. lavori: Francesco Fiorullo con Monica Chiericati
Assistenza di ingegneria: Andrea Viganò, Nicola Bianchi 
Grafica: Michele De Lucchi con Massimo Canali
Il palazzo della Triennale al Parco ha un nuovo assetto distributivo con un nuovo atrio, nuove biglietterie e guardaroba, nuovo bookshop, nuovo coffe shop, nuove aree per esposizioni temporanee.
Gli ambienti al piano terra sono stati completamente liberati e al primo impatto potrà anche impressionare tutta questa ariosità e trasparenza, ma nella realtà delle cose questo è probabilmente il Palazzo di Muzio nella sua forma più autentica.
Il Presidente Morello, i componenti della Giunta e io stesso eravamo molto curiosi di vedere come poteva apparire il grande atrio nella versione filologicamente più fedele: ed è così che è riapparsa questa straordinaria architettura.
Lo spazio di Muzio è ampio e moderno, le geometrie simmetriche ma non pedanti, le proporzioni monumentali ma controllate: nonostante i rimaneggiamenti e le malefatte di chi ha voluto eliminare l’impluvium e il cavedio che lo arieggiava, cancellare l’accesso dal parco per dar spazio al ristorante-dancing della corte nel giardino, etc.
Entrando quindi da Viale Alemagna si accede all’atrio che ha recuperato tutti gli spazi liberi e che a differenza di tutte le versioni precedenti, si estende anche in larghezza dando accesso diretto alla Galleria dell’Architettura e alla Galleria della Curva del piano terra. Queste estensioni laterali liberano l’occhio verso l’impluvium che ritorna a far parte di un unico grande spazio centrale e dove è stato sistemato il bookshop.
Subito all’ingresso otto grandi pannelli vetrati supportano e ordinano le informazioni sulle mostre e i “trailers” di introduzione: il guardaroba sulla destra e le biglietterie sulla sinistra si presentano direttamente prospicienti il visitatore con ordine e semplicità.
Nel bookshop i libri sono presentati su nove ampi tavoli disposti a regolare scacchiera nell’area coperta dell’impluvium e ciascun tavolo è illuminato e segnalato da una semplice lampadina pendente dal soffitto.
Il banco del coffe shop, con i suoi tavoli e le sue sedie, è mascherato da una alta pedana sulla quale sono esposti alcuni oggetti di design attuali e storici: questa selezione sarà aggiornata periodicamente e sarà affidata di volta in volta a personalità riconosciute del settore. Le sedie e le poltroncine del coffee shop sono tutte diverse tra loro, e sono prodotti attualmente in commercio e ciascuno è segnalato con il proprio nome e quello della ditta produttrice.
Una grande vetrata trasparente separa il coffee shop dall’atrio e da un’area operativa a disposizione dei curatori della mostra.
Tutto l’impianto illuminotecnico è stato studiato e realizzato con la preoccupazione di dare luce agli ambienti utilizzando soluzioni adatte alla purezza dell’architettura di Muzio.
Ho adattato delle lampade a forma di cilindro che integrano, in un unico elemento, il trasformatore e lampadine fluorescenti, per un basso consumo energetico e un alta resa luminosa. Il disegno regolare e la disposizione geometrica sul soffitto incontrano l’architettura di Muzio senza disturbarla.
Le pareti sono state ripulite dalle cicatrici del tempo, tirate a gesso, lisciate e dipinte di bianco: i marmi sono stati lavati e sono state restaurate le sbrecciature: tubature, cavi elettrici e cassette varie di derivazione sono state incassate sotto traccia e, dove possibile, eliminate: il pavimento è stato lamato sostituendo le parti corrose dall’uso.
Il programma di recupero del Palazzo dell’Arte al Parco prevede ulteriori interventi, che mi auguro possano continuare in una logica di pulizia formale e riduzione di ingombri permanenti, perchĂ© fa parte della sensibilitĂ  contemporanea godere di spazi liberi, aperti, semplici, dove meglio la funzionalitĂ  si combina con l’emozione. (Michele De Lucchi, settembre 2002)
   
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Atrio
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ingresso con otto grandi pannelli informativi sulle mostre e i “trailers” di introduzione
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x12
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffe design
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design e bookshop
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 10x12
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici, Milano (Italia), 2002
Ph. Gabriele Basilico, diapositiva, colore, 6x9
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Atrio
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Michele De Lucchi, matita su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Salone d'Onore, non realizzato, Agenda 2002
Michele De Lucchi, china su carta
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Atrio, Quaderno n. 41
Michele De Lucchi, china su carta, 21 giugno 2002
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Quaderno n. 41
Michele De Lucchi, china su carta, 4 giugno 2002
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Salone d'Onore, non realizzato, Quaderno n. 41
Michele De Lucchi, china su carta, 21 giugno 2002
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Bookshop
Michele De Lucchi, china su lucido
 
Triennale di Milano. Restauro degli spazi pubblici a piano terra, Milano (Italia), 2002
Coffee design
Michele De Lucchi, china su lucido
 

indietro

torna alla ricerca


invia e-mail con PDF

download PDF